PREF

Software di calcolo per travi c.a. e c.a.p.I  PROGRAMMI  PIÙ  VELOCI  AL  MONDO PER CALCOLO, DISEGNO E PREVENTIVAZIONE DI TRAVI  PRECOMPRESSE E VIBRATE

Le metodologie di calcolo sono a scelta: secondo l'Eurocodice 2 UNI EN 1992-1-1 : 2005 e le Norme Tecniche per le Costruzioni del 17 – Gennaio – 2018 o il D.M  14 - Gennaio - 2008 o le Tensioni Ammissibili.

Output di tabelle delle sollecitazioni lungo tutto l’elemento calcolato e relazioni di calcolo esaurienti o sintetiche a scelta. Metodi di calcolo usati e procedimenti spiegati passo passo nei manuali con esempi reali. Risultati più importanti evidenziati per una più immediata verifica. Segnalazione evidente delle travi non verificate. Gestione grafica semplice e veloce di trefoli, guaine, ferri. I programmi sono in lingua Italiana, Spagnola e Inglese. A richiesta possiamo tradurre in altre lingue.

IL PROGRAMMA E' MODULARE: SCEGLI I TUOI MODULI PER CREARE IL PACCHETTO PREF PIU' ADATTO ALLE TUE ESIGENZE SPECIFICHE

Caratteristiche del Software

  • Aggiornati alle nuove normative NTC del 17/01/2018
  • Verifica e progetto di qualsiasi trave
  • Facilissimo da usare e velocissimo nei risultati
  • Risultati completi, evidenziati e facilmente controllabili
  • Disegno per la produzione con computo metrico e armatura parametrica
  • Assistenza tecnica e aggiornamenti compresi
  • Possibilità di utilizzo da parte dell’ufficio preventivi
  • Programmi personalizzati su casseri specifici

Moduli

Il programma verifica e progetta iterativamente travi precompresse pre-post tese e travi in armatura lente, con sezioni di forma qualsiasi secondo l'Eurocodice 2 UNI EN 1992-1-1 : 2005 e le Norme Tecniche per le Costruzioni del 17 – Gennaio – 2018 o il D.M  14 - Gennaio - 2008 o le Tensioni Ammissibili.

La verifica viene effettuata in una serie di sezioni disposte a passo costante dal programma a cui vengono aggiunte la sezione più sollecitata a flessione e in caso di trave precompressa la prima e l’ultima sezione precompressa.

La trave può avere getto in opera e carichi concentrati.

Si possono inserire spezzoni di armatura lenta

Il programma effettua la verifica anche delle fasi transitorie: lo sformo, il sollevamento allo sformo, il sollevamento/trasporto dopo un periodo di stoccaggio.

In ogni sezione sono controllate le sigma principali di trazione e compressione sul baricentro e viene espressa la distanza minima cui devono esser poste le staffe. E’ sempre calcolato, inferiormente e superiormente, l’acciaio per assorbire le trazioni come da regolamento.

PROGETTO AUTOMATICO DEI TREFOLI PRE-TESI (per travi precompresse):  il programma progetta automaticamente i trefoli minimi necessari secondo quanto richiesto per la verifica a rottura.

PROGETTO AUTOMATICO DEI FERRI (per travi in armatura lenta): Il programma permette di progettare direttamente i ferri minimi necessari per la trave secondo quanto richiesto per la verifica a rottura. Si procede comunque con il controllo di tutte le verifiche nelle varie fasi. Dopo aver eseguito il calcolo, o dopo aver progettato i ferri in automatico, vengono visualizzate direttamente nello schema della trave i risultati delle verifiche.

PROGETTO AUTOMATICO DELLE STAFFE A TAGLIO + TORSIONE E DEI FERRI ALL’APPOGGIO

Verifica a esercizio di una singola sezione di trave a scelta dell'utente, col controllo delle tau e delle sigma principali di trazione su tutta l’altezza della sezione.

VERIFICA LOCALE (Verifica di carico su un dente sporgente + Verifica dente e sospensione + Verifica della sola sospensione) – Per le travi ad altezza costante

VERIFICHE A TAGLIO nella sezione non precompressa sull’appoggio, secondo il metodo del “Puntone variabile".

Indicazione delle Reazioni vincolari Rara e Ultima destre e sinistre (riportate anche nella relazione di calcolo).

Creazione di un database di SOLAI frequentemente utilizzati per il calcolo automatico di G1, senza dover consultare ogni volta le tabelle dei pesi

Input dei carichi sulla trave a m2 o ml a scelta dell’utente

QUALSIASI TIPO DI SEZIONE Input per punti, per trapezi, da DXF, sezioni automatiche parametriche, oppure inseriamo noi i vostri casseri per travi personalizzate

Calcolo automatico delle caratteristiche geometriche.

VERIFICA IN PRECOMPRESSIONE PARZIALE

VERIFICA CON SBALZI

Grafici momenti e tagli

Carroponte: inserimento in automatico delle forze dovute ai carroponti (fino a 4). Il programma calcola automaticamente l’inviluppo dei momenti e tagli facendo opportune verifiche.

DIAGRAMMI DI UTILIZZO ricerca, data una certa armatura, del diagramma luci portate

VERIFICA SISMICA

Verifica delle selle GERBER

Verifica al fuoco (modulo aggiuntivo opzionale)

CARICHI NEVE-VENTO per tutte le località d’Italia nelle varie situazioni di carico.

Relazioni e tabelle di servizio esportabili in Word, RTF, PDF, HTML

Risultati evidenziati per una lettura facile e immediata, con segnalazione di eventuali valori fuori dai limiti imposti dalle normative

Grafici dell’area di staffe necessaria lungo tutta la trave

Gestione grafica semplice e veloce dei ferri

Per gli ingegneri che lavorano con più ditte, è stata inserita la possibilità di memorizzare tutti i dati di default e i parametri dipendenti dalla ditta in "Criteri", così è più facile e veloce passare da una commessa all'altra senza paura di sbagliare o dimenticare impostazioni. Ad esempio, è possibile salvare un numero qualsiasi di schemi di sollevamento e trasporto.

E' possibile passare da una sezione all'altra per la verifica in pochi secondi e visualizzare immediatamente se è soddisfatta o no.

Salvataggio di impostazioni che facilitano l’inserimento dei dati più frequentemente usati dall’utente

SCHEMA DELLA TRAVE: in ogni momento sono visualizzati la sezione corrente, eventuale getto, i ferri presenti nel progetto e i risultati delle verifiche a rottura e a taglio (dopo che è stato fatto il calcolo) per tenere sempre sotto controllo la situazione della trave.

SCHEDA DI PRODUZIONE AUTOMATICA con computo metrico e conforme Norme ISO.

Numerosi tipi di ferri e staffe parametrici

Utilities integrate permettono all’ingegnere di svolgere calcoli di routine molto velocemente:

  • CALCOLO AREE FERRI (per calcolare l’area di uno o più feri, sommarle e calcolare l’area dei ferri/m)
  • TABELLA AREE FERRI
  • TABELLE AREE TREFOLI
  • CONVERSIONE DI UNITA’ DI MISURA
  • PARAMETRI SISMICI
  • CARICHI NEVE-VENTO per tutte le località d’Italia nelle varie situazioni di carico.

POSSIBILITA’ DI UTILIZZO DA PARTE DELL’UFFICIO PREVENTIVI

Sempre aggiornato alla normativa vigente

Implementato dalle richieste dei vari clienti

Lingue supportate: Italiano, Inglese, Spagnolo

ASSISTENZA TECNICA INCLUSA NEL PACCHETTO DEI PROGRAMMI SEMPRE

DISPONIBILITA' E FLESSIBILITA'

L'assistenza tecnica è sempre fornita insieme ai programmi perchè siamo convinti che ogni utente abbia il diritto di ottenere tempestivamente tutte le riposte per qualsiasi domanda, da una semplice informazione a una richiesta di risoluzione di un problema tecnico.

Gli stessi sviluppatori del software sono disponibili per i nostri clienti per risoluzioni di problemi, spiegazione delle procedure, informazioni o consigli: come usare al meglio il software, quali normative vengono usate e come, perché si ottengono determinati risultati, ma anche per assistere l'utente nelle installazioni e negli aggiornamenti.

IMPLEMENTAZIONI SOFTWARE SU RICHIESTA DEL CLIENTE

Ogni richiesta di funzionalità aggiuntiva proposta dal cliente ha una corsia preferenziale per il miglioramento dei nostri software.

Lingue supportate: Italiano, Inglese, Spagnolo.

assistenza eiseko

La Verifica Sismica è integrata in tutti i programmi Eiseko

Verifica secondo le NTC 17/01/2018 e secondo D.M. 14/01/2008

  • Visualizzazione grafica sulla mappa delle località sismiche secondo la nuova Classificazione Sismica del territorio nazionale
  • Inserimento automatico di longitudine, latitudine e coefficienti necessari una volta scelto il sito
  • Procedura di calcolo automatica della Pericolosità Sismica del sito
  • Analisi sismica con calcolo Spettri di Progetto, per tutte le condizioni limite previste (SLO, SLD, SLC, SLV)
  • E' possibile memorizzare i dati sismici per una intera commessa, in modo da averli in automatico per tutti i calcoli della stessa commessa.

MAPPA SISMICA:

MAPPA SISMICA italia

MASCHERA PER LA VERIFICA SISMICA:

sisma

relazione calcolo sismico

relazione stato limite danno

 

relazione stato limite danno-vita

relazione stato limite vita

 

Le Utilità per Ingegneri sono integrate in tutti i moduli PREF e permettono all’ingegnere di svolgere calcoli di routine molto velocemente

CARICHI NEVE - VENTO

Per tutte le localita' d'Italia nelle varie situazioni di carico

CARICHI NEVE - VENTO

CARICHI NEVE - VENTO

CONVERSIONE UNITA' DI MISURA

Questa semplice utilita' permette all'Ingegnere di convertire le unita' di misura.

conversione unità di misura

PARAMETRI SISMICI

 Valutazione della pericolosita' sismica: si scrive il nome della localita' e vengono trovate latitudine e longitudine ed i parametri sismici del sito indicato.

PARAMETRI SISMICI

TABELLA AREA FERRI

TABELLA AREA FERRI

TABELLA AREA TREFOLI

TABELLA AREA TREFOLI

CALCOLO AREE FERRI

Calcolo molto veloce dell'area totale a in cm2 o cm2/m di più tondini di ferro. Calcolo anche del peso.

CALCOLO AREE FERRI

CALCOLO DELLA SELLA GERBER

CALCOLO DELLA SELLA GERBER

 

RIFERIMENTI

Eurocodice 2 – Progettazione delle strutture in calcestruzzo

-UNI EN 1992-1-1:2005 Parte 1-1: Regole generali e regole per gli edifici

-UNI EN 1992-1-2:2005 Parte 1-2: Regole generali - Progettazione strutturale contro l'incendio

-UNI EN 1992-2:2006 Parte 2: Ponti di calcestruzzo - Progettazione e dettagli costruttivi

-UNI EN 1992-3:2006 Parte 3: Strutture di contenimento liquidi

 

NORMATIVE ADOTTATE  (l'utente può scegliere la normativa di riferimento)

  1. Il calcolo della trave può svilupparsi agli Stati Limite secondo l'Eurocodice 2 UNI EN 1992-1-1 nella versione 2005 e solo per quanto consentito da NTC 17/01/2018 
  2. Il calcolo della trave può svilupparsi agli Stati Limite secondo l'Eurocodice 2 UNI EN 1992-1-1 nella versione 2005 e solo per quanto consentito da DM 14/1/08
  3. Il calcolo della trave può svilupparsi alle Tensioni Ammissibili secondo il D.M. 14/2/92, come consentito dal D.M. 9/1/96.

 

SCHEMA DI CALCOLO

Il vincolo è il semplice appoggio con la possibilità di avere sbalzi alle estremità.

Si può aggiungere un getto in opera, per portare i sovraccarichi, che può essere di forma complessa. Pensa il programma ad omogeneizzare il getto in opera alla trave, tenendo conto delle diverse resistenze del calcestruzzo.

Partendo dall'appoggio sinistro è verificata la zona precompressa della trave in una serie di sezioni fino all’appoggio destro , di queste evidenzia la sezione più sollecitata a flessione.

Le cadute di tensione sono calcolate nel baricentro dei trefoli contenuti nei 2/3 inferiori di trave.

Il calcolo a rottura è eseguito in maniera esatta basandosi sui diagrammi di rottura dei trefoli forniti dal produttore degli stessi.

In ogni sezione sono controllate le sigma principali di trazione e compressione sul baricentro e viene espressa la distanza minima cui devono esser poste le staffe. E’ sempre calcolato, inferiormente e superiormente, l’acciaio per assorbire le trazioni come da regolamento.

Il programma effettua anche la verifica delle fasi transitorie: lo sformo, il sollevamento allo sformo, il sollevamento/trasporto dopo un periodo di stoccaggio.

La sezione di appoggio, in assenza di sbalzo, è considerata non precompressa.

È aggiunta una routine di verifica di una singola sezione di trave, col controllo delle tau e delle sigma principali di trazione su tutta l’altezza della sezione. È infine possibile, scelta una particolare armatura, trovarne il diagramma di utilizzo, naturalmente questo calcolo non considera i concentrati.

 

RELAZIONE

 

Il risultato appare a video nella cosiddetta “Stampa di servizio” che è suddivisa in tre parti: verifica in campata, verifica all’appoggio, verifica nelle fasi di movimentazione.

A video vengono prodotte la tabella con le verifiche agli stati limite di esercizio ed ultimi in varie sezioni lungo la trave, la verifica sull’appoggio più sollecitato e la verifica a trasporto.

Nelle relazioni e tabelle:

I valori in azzurro indicano le condizioni che il calcolo deve rispettare (es: sigma min, sigma max).

I valori in rosso indicano le verifiche non soddisfatte.

I valori in viola con riquadro indicano i valori delle staffe e dei ferri da inserire.

Indicazione delle Reazioni vincolari Rara e Ultima destre e sinistre

relazione di calcolo TU_2008_EC2

La verifica viene effettuata in una serie di sezioni disposte a passo costante dal programma a cui vengono aggiunte la prima sezione precompressa, la sezione più sollecitata e l’ultima sezione precompressa.

Nella pagina successiva viene visualizzata la verifica a taglio dell’appoggio più sollecitato.

verifiche a taglio sull'appoggio

verifiche a taglio sull'appoggio

deformabilità della trave

verifica a sollevamento e a trasporto

Nel sollevamento e trasporto le verifiche sono fatte in una serie di sezioni precompresse a partire dalla testata sinistra.

Le verifiche sono effettuate secondo l’EC2 per quanto consentito dal DM 14/01/08.

GRAFICO DELLE AREE MINIME NECESSARIE LUNGO TUTTA LA TRAVE

VERIFICA IN PRECOMPRESSIONE PARZIALE

Il programma passa al calcolo in precompressione parziale se nel corso delle verifiche le tensioni all’intradosso della sezione superano il limite a trazione valido per il calcolo a sezione interamente reagente (fctm/1.20).

Il calcestruzzo non viene più considerato reagente a trazione così come si fa nel calcolo delle travi in calcestruzzo non precompresso, la trave viene sollecitata con il momento di esercizio agente contemporaneamente con lo sforzo dovuto alla precompressione.

Quando la sigma massima a trazione della sezione supera la sigma limite a trazione del calcestruzzo, si ha il trasferimento immediato di tutta la trazione dalla zona tesa della sezione in calcestruzzo alle armature, con la conseguente apertura delle fessure. Per limitare la dimensione delle fessure e l’incremento di tiro sui trefoli, il programma aggiunge ferro lento (l’utente è avvisato con un messaggio a video) ponendo un ferro ø12 per ognuna delle posizioni possibili che si trovano nella fila più bassa della maschera ferri: nell’esempio il programma ha a disposizione due posizioni nella fila più bassa e quindi inserisce due ferri ø 12 per un’area complessiva di 2.26 cm2.

Non si tratta di un’armatura “da normativa”, ma solo di una proposta di soluzione del problema partendo da un minimo di armatura inferiore.

VERIFICA CON SBALZI

Se la trave è dotata di sbalzi significativi, cioè aventi dimensioni superiori alla lunghezza di diffusione della precompressione, che in genere è circa un metro (vedi anche paragrafo “Sistema di calcolo”), il programma, alla verifica in esercizio di cui al paragrafo “Calcoli”, aggiunge la verifica con le combinazioni di carichi che danno le sollecitazioni massime sugli sbalzi e minime fra gli appoggi.

La principale differenza rispetto alla tabella di cui al paragrafo “Calcoli”, che è calcolata con i carichi minimi sugli sbalzi e massimi in campata, è che in questo caso sono riportate le verifiche anche su alcune sezioni precompresse sugli sbalzi.

VERIFICA TRAVE CON SBALZIVERIFICA TRAVE CON SBALZI

 

PROGETTO DELLE STAFFE A TAGLIO + TORSIONE E FERRI ALL’APPOGGIO

E’ possibile eseguire il progetto delle staffe della trave calcolata.

Nella relazione e nella tabella di calcolo vendono visualizzate le staffe necessarie lungo tutta la trave, con un grafico giallo rappresentante l’area di staffe minima necessaria calcolata dal programma (l’ultima colonna delle tabelle di servizio). L’utente può inserire le staffe effettive della trave, modificandole dinamicamente con questo comodo ambiente grafico, finché non sono verificate come nell’immagine seguente.

PROGETTO STAFFE LUNGO LA TRAVE

Più tipologie di staffe (staffe doppie): Per avere due tipologie disponibili per ogni campo.

VERIFICA ESERCIZIO SEZIONE A PIACERE

È possibile eseguire il calcolo di una sezione singola a scelta dell’utente, purché precompressa, e vedere la relativa tabella dei risultati.

CALCOLO SEZIONE QUALSIASI

 

Verifiche a Taglio nella sezione  sull’appoggio, secondo il metodo del “Puntone variabile”

Secondo il metodo del puntone variabile, l’utente, come previsto dall'Eurocodice 2, ha la possibilità si scegliere per le verifiche a Taglio diversi angoli del Puntone compresso compresi tra 45° e 21°.80.

Alcuni valori già fissati per comodità, possono essere scelti direttamente dall’utente come valori da usare nel calcolo (45°, 33°.69, 26°.57, 21°.80), in alternativa si può inserire l’angolo desiderato ed infine si può optare per il calcolo automatico dell’angolo da parte del programma (J=variabile calcolato) in cui il valore dell’angolo è tale da avere contemporaneamente la rottura del calcestruzzo e dell’acciaio.

Quando si sceglie l’opzione del calcolo automatico dell’angolo, il programma, come da norma, confronta il valore calcolato con i limiti minimo di 21°.80 e massimo di 45°: se il valore calcolato dovesse essere inferiore al minimo allora verrebbe posto uguale a 21°.80, se invece dovesse essere superiore al massimo in questo caso verrebbe posto uguale a 45°.

La configurazione riportata sopra è quella di default, dove le formulazioni del Testo Unico e dell’Eurocodice 2 sono equivalenti tra loro nel caso in cui J = 45° e a meno del coefficiente n dell’Eurocodice 2.

E’ possibile anche scegliere n=n1, previsto in Eurocodice 2, in cui viene sovrastimata la resistenza del calcestruzzo di un 20% e contemporaneamente diminuita la resistenza dell’acciaio di un altro 20% (fywd=0.8*fyk/1.15). Potrebbe essere utile nel caso in cui sia il calcestruzzo ad andare in crisi e non si possa variare la sezione o i materiali.

VERIFICA LOCALE

Verifica di carico su un dente sporgente Inserisco i dati geometrici del dente e il carico su di esso (su uno dei due lati) con la larghezza della sua impronta. Il programma tiene conto della diffusione del carico e fa vedere anche a video la staffatura necessaria.

Verifica dente e sospensione Se il dente è sul lato inferiore della trave (come accade nella larga maggioranza dei casi) associato all’azione del carico sul dente c’è un effetto di sospensione, quindi oltre alla spunta su “DENTE” bisogna aggiungere la spunta su “SOSPENSIONE”. Il programma inserisce automaticamente un carico doppio di quello sul dente, poiché la sospensione è vista dal programma come agente su entrambi i lati dell’anima della trave. La diffusione del carico è quella calcolata per il dente. La staffatura di sospensione è confrontata con quella necessaria dal calcolo della trave e il programma stampa la maggiore delle due.

Verifica sospensione soltanto È necessaria nel caso di carico direttamente appeso all’anima della trave. Inserisco solo i valori del carico sospeso e della sua impronta, in questo caso il programma non deve calcolare la diffusione del carico. La staffatura di sospensione è confrontata con quella necessaria dal calcolo della trave e il programma stampa la maggiore delle due.

Il pacchetto dei programmi di calcolo e disegno PREF viene distribuito con un nuovo sistema commerciale: anziché l’acquisto di un singolo modulo (Travi precompresse, boomerang, solai alveolari ecc), o dei singoli aggiornamenti, si propone l’uso di un pacchetto di programmi stipulando un contratto di ABBONAMENTO con un minimo contributo annuale. Con questo contratto ci si assicura l’aggiornamento continuo dei programmi e tutta l’assistenza tecnica. Sono disponibili più tipi di abbonamenti: con verifica al fuoco o senza, con un numero ridotto di programmi fino alla serie completa.

CONTATTACI PER UN PREVENTIVO PERSONALIZZATO

IL PACCHETTO COMPRENDE SEMPRE L'ASSISTENZA TECNICA E GLI AGGIORNAMENTI dei programmi che fanno parte dell'abbonamento.

  •  Aggiornamenti via internet di tutti i programmi in abbonamento
  •  Assistenza via internet (connessione remota al PC dell’utente)
  •  Assistenza tramite email
  •  Assistenza tramite Skype
  •  Assistenza telefonica e nei nostri uffici
  •  Corsia preferenziale per la richiesta di migliorie e aggiunte

PROGRAMMI EISEKO COMPUTERS

  • TRAVI PRECOMPRESSE  H Costante, PRE E POST TESE a cavi scorrevoli e aderenti
  • TRAVI PRECOMPRESSE  H  Variabile
  • TRAFILATO semplice con semi-incastro e posto in continuità                 
  • TRAVI PRECOMPRESSE R, L, T rovescio  e T diritta, trave ad I e PREDALLE con Torsione e sella Gerber,  Carroponte e DISEGNO con computo metrico
  • TRAVI   in  CLS   VIBRATO H Costante
  • TRAVI   in  CLS   VIBRATO H  Variabile


PREF-FAST:  Programmi PERSONALIZZATI con PROGETTO, VERIFICA e DISEGNO degli elementi, che possono avere FORMA e PENDENZA qualsiasi.

  • Boomerang
  • Shed (tegoli asimmetrici)
  • Tegoli TT
  • Tegoli TT rovesci
  • Tegoli ALARI
  • Travi generiche di copertura Y, H…
  • Travi / Coppelle a pendenza non lineare
  • Gronde
  • Doppie pendenze c.a.p.
  • Doppie pendenza c.a.
  • Piastre
  • Solai

Altri programmi su richiesta

 

assistenza eiseko

Il programma PREF è una suite di moduli per il calcolo delle travi precompresse di varie tipologie che viene distribuita in abbonamento annuale.

L'abbonamento può essere personalizzato, scegliendo i moduli di proprio interesse, e include l'uso dei programmi, l'assistenza tecnica e tutti gli aggiornamenti che vengono rilasciati.

I programmi hanno protezione hardware con chiavetta USB.

In alto a destra in questo sito, cliccare su LOGIN, accedere con le credenziali fornite nel pacchetto iniziale (oppure richiederle all'assistenza - non è possibile crearne di nuove per questo scopo).

Cliccare nel menù Download-Aggiornamenti.

Appare l'elenco degli aggiornamenti disponibili a seconda del vostro abbonamento: scaricare gli aggiornamenti desiderati e installarli.

E' possibile verificare quali aggiornamenti sono necessari aprendo il Gestore Programmi e cliccnado su "Aggiornamenti": i programmi da aggiornare saranno elencati con un pallino rosso e quelli che hanno già l'ultima versione avranno un pallino verde.

Non è necessario scaricare le librerie e altri file che trovate nell'elenco, servono solo per casi di assitenza.

Per riattivare un abbonamento è sufficiente inviarci una mail di richiesta, specificando se i programmi da includere nel pacchetto sono gli stessi o se si desidera modificarli, vi verrà inviato un preventivo per il nuovo abbonamento. Potendo aggiornare la chiave on line la riattivazione sarà veloce.

La chiave hardware rotta viene sostituita gratuitamente.

Contattare l'assistenza per verificare che la chiave sia effettivamente illeggibile e organizzare la restituzione (in genere viene spedita una nuova chiave e contestualmente alla consegna viene ritirata la chiave rotta).

Effettuare il login in questo sito (in alto a destra). Andare nell'area Download-Aggiornamenti.

Cercare "Errore 7-Memoria esaurita": viene visualizzato il file da scaricare con tutte le istruzioni "DLL PER ERRORE 7 -MEMORIA ESAURITA "

Istruzioni:

Il file scaricato va scompattato e le dll estratte vanno copiate in

C:\WINDOWS\SYSTEM32

E in

C:\WINDOWS\SYSWOW64

Le dll potrebbero essere già presenti, per sicurezza si consiglia vivamente di salvare una copia dei file presenti nel pc prima di sovrascriverli.

Avviare uno qualsiasi dei programmi del pacchetto Eiseko. Nel menù in alto a sinistra selezionare "Impostazioni", "Lingua".

Si apre la finestra per la selezione della lingua:

Selezionare la lingua desiderata e premere il pulsante "Salva".

La lingua si aggiorna automaticamente per tutte le maschere aperte.
Tutte le maschere, le relazioni e i messaggi di avviso del programma saranno nella lingua scelta.
LA MODIFICA HA EFFETTO PER TUTTI I PROGRAMMI EISEKO COMPUTERS.

Nella finestra SETTAGGI della finestra iniziale si può impostare il tiro del banco trefoli.

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE

Qua premere MODIFICA

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

Qua selezionare la scheda IMPOSTAZIONI TIRO

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

Quindi premere il pulsante arancione  SETTAGGI DEFAULT

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

Il programma RTL dà un messaggio di errore se il tiro trefoli complessivo supera i limiti imposti in “Impostazioni Tiro”.
Se si hanno a disposizione i valori del prefabbricatore si possono impostare quelli, la quota di riferimento Q.R. è spiegata, basta premere il pulsante "Vedi immagine", in alto a destra, e si ottiene questa finestra descrittiva.

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

I prefabbricatori hanno il progetto delle testate di tiro dei loro banchi di casseri.
Le testate sono delle strutture vere e proprie in calcestruzzo od acciaio a cui vanno appoggiati i martinetti durante la tesatura e a cui vanno fissati i trefoli prima di effettuare il getto delle travi nei casseri. Le testate devono reggere il tiro complessivo fino all’atto del taglio o del rilascio dei trefoli.
Il progettista delle testate le ha dimensionate in funzione di un tiro massimo dei trefoli variabile in altezza riferito ad una quota che stabilisce lui, che in genere è il piede dei contrafforti.

Si riporta uno schema indicativo.

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

Se non si hanno i valori del prefabbricatore si possono impostare dei valori a caso sufficientemente alti, per esempio Dist. Da Q.R. = 200 cm e Tiro = 1000 ton.

Si procede con: Elimina tutto, si impostano i valori e poi si procede con Aggiungi, Elimina Riga.

Si riporta un  esempio

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

NB: è possibile chiamare l’assistenza Tel. 045.80.31.894 e faremo noi l’installazione da remoto

In alternativa, il procedimento da seguire è il seguente.

Se si possiede il CD:
• Inserire il CD: nel CD sono presenti più cartelle, a seconda dei moduli del pacchetto PREF acquistati.
• Tutte le cartelle e sottocartelle contengono i programmi di installazione, vanno installati tutti, lanciando il file Setup.exe di ogni cartella e sottocartella. L’ordine con cui si eseguono le installazioni non conta.
NB. DURANTE L'INSTALLAZIONE:
o    Se compaiono messaggi di conflitti di versione (se lasciare il file presente nel sistema) cliccare "No a tutti"
o    Se compaiono messaggi di errore di registrazione dll cliccare "Ignora" (oppure “Ok”)

• Lanciare il gestore – Avviene il settaggio dei programmi
• Rilanciare il gestore e inserire il codice di registrazione fornito dall’assistenza (se non si possiede ancora il codice premere “Più avanti”).
• Lanciare uno ad uno tutti i programmi acquistati, verrà chiesto il Database di Lavoro, selezionare il file mdb/mde dalla cartella “C:\Utenti\Pubblica\Documenti Pubblici\Database Eiseko” (il nome del database è simile al nome del programma). Questa operazione serve solo al primo avvio.

Se NON si possiede il CD:
•    In alto a destra in questo sito, effettuare il LOGIN
•    Scaricare i programmi di installazione dei moduli inclusi nel pacchetto
•    Scompattare i relativi file zip scaricati in cartelle separate. Per ciascuno, lanciare il Setup.exe e seguire l'installazione guidata. L’ordine con cui si eseguono le installazioni non conta.
NB. DURANTE L'INSTALLAZIONE:
o    Se compaiono messaggi di conflitti di versione (se lasciare il file presente nel sistema) cliccare "No a tutti"
o    Se compaiono messaggi di errore di registrazione dll cliccare "Ignora" (oppure “Ok”)

•    Lanciare il gestore – Avviene il settaggio dei programmi
•    Rilanciare il gestore e inserire il codice di registrazione fornito dall’assistenza (se non si possiede ancora il codice premere “Più avanti”).
•    Lanciare uno ad uno tutti i programmi acquistati, verrà chiesto il Database di Lavoro, selezionare il file mdb/mde dalla cartella “C:\Utenti\Pubblica\Documenti Pubblici\ Database Eiseko” (il nome del database è simile al nome del programma). Questa operazione serve solo al primo avvio.

 

Ora siete pronti ad usare il programma.

Ci sono pro e contro in entrambi i casi, la scelta è molto personale, ma noi consigliamo di lavorare su file.

Se salvo su file posso salvare il file dove voglio, nel PC locale o in rete (ad esempio nella cartella della commessa). Quando creo nuovo un progetto su file con il programma di calcolo, dovrò selezionare manualmente il file di testo della sezione (creato con il modulo Geometrie dalla cartella in cui è stato salvato). Se si lavora su file è bene eseguire un backup dei file txt dei progetti per non perdere il lavoro svolto.

Se salvo su database ho tutte le travi (create con il programma Geometrie) e i progetti (creati con il programma di calcolo) salvati nello stesso file, la cui gestione è automatica da parte del programma e non devo preoccuparmi di dove lo salvo (posso vedere nome e percorso del file nel menù “Informazioni”). L’elenco potrebbe diventare molto lungo. Posso comunque fare tutte le operazioni di salvataggio di più database, utilizzo di database in rete, cambio di database.

Se si lavora su database è necessario ricordarsi di fare un backup dei file mde/mdb usati. I file devono risiedere in una cartella del pc in cui l'utente ha tutti i privilegi di accesso (modifica e salvataggio), noi consigliamo C:\Utenti\Pubblica\Documenti Pubblici\Database Eiseko (cartella creata di default con l'installazione del programma).

Nel menù in alto a destra selezionare "Input dati", "Dati Studio"

Inserire i dati desiderati e premere "Salva".

Nel menù in alto a destra selezionare "Input dati", "Dati Utente"

Inserire i dati desiderati e premere "Salva".

Si, è possibile. Va fatto PRIMA di creare tutti i progetti appartenenti ad una determinata commessa.

Dalla schermata principale, premere “SETTAGGI” e successivamente “IMPOSTA PARAMETRI SISMICI”.
Si aprirà la seguente schermata, in cui è possibile associare tutti i dati sismici relativi alla località in cui si trova la commessa selezionata (in questo caso “Esempio”).

Ogni volta che si creerà un nuovo progetto associato alla commessa “Esempio”, il programma proporrà in automatico i dati dei parametri sismici (saranno ovviamente modificabili).
I progetti già esistenti prima della definizione di questi parametri invece continueranno a utilizzare i dati salvati in precedenza.

 

Tutti i “dati di default”, in gruppo, possono essere memorizzati in diversi “CRITERI”: ad es, se un ingegnere lavora per più ditte, può memorizzare i dati di default validi per le diverse ditte in più criteri ciascuno con il nome della ditta. Prima di creare il nuovo progetto scegliere il Criterio della ditta per cui si realizza il progetto di calcolo. L’uso dei “Criteri” si dimostra particolarmente utile per gli schemi di sollevamento e trasporto che possono variare da una ditta all’altra.

Si, è possibile dalla versione 21.00.00. Se hai una versione precedente basta aggiornare il programma da questo sito e poi sarà possibile selezionare "Verifica esistenti" nella finestra dei materiali.

Per conoscere meglio le nuove funzionalità introdotte nelle nuove release di tutti i programmi PREF basta andare nella pagina Aggiornamenti e Novità del PREF, dove sono specificate nel dettaglio le funzionalità inserite e le date di pubblicazione di tutte le maggiori modifiche. Se non ci sono dettagli su una nuova versione specifica si tratta di correzioni di bug o migliorie minori.

PREF Free Download

Per favore compila il modulo sottostante e ti invieremo una mail con il link per scaricare la versione FREE del software e tutte le istruzioni all'indirizzo email inserito.

Richiesta informazioni

Compila il modulo sottostante ed inviaci la tua richiesta, il nostro staff risponderà nel minor tempo possibile all'indirizzo email inserito.

News, eventi e promozioni